don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 27 Gennaio 2020

340

“Dicevano: È posseduto da uno spirito impuro”

Era difficile poter spiegare quale fosse la forza che permetteva a Gesù di allontanare i demoni. Gli scribi pertanto pensano che questa forza provenga a Gesù direttamente dal capo dei demoni. Gesù rivela non solo che questa considerazione è logicamente infondata, ma che è addirittura una bestemmia imperdonabile contro lo Spirito Santo.

Nel modo di parlare a volte non si fa caso alla facilità con cui si può usare come intercalare il nome di Gesù, della Madonna o dei Santi. Quando non c’è una seria e consapevole intenzione di invocarli e di rivolgersi a loro è bene non invocare il loro nome. La Bestemmia di per sè è un uso improprio del nome di Dio che manifesta una chiara intenzione di odio, di irriverenza, di mancanza di rispetto. Tuttavia per quanto non si abbia questa intenzione è sempre bene essere attenti a non adoperare in modo sconveniente il nome di Dio quando non è nè necessario, nè opportuno. Tu quale uso fai del nome di Dio, della Vergine e dei Santi?

In breve

Non è bene offendere il nome di Dio, della Vergine e dei Santi. Se capitano degli episodi spiacevoli piuttosto è meglio invocarli con fede e chiedere il loro aiuto nelle difficoltà.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Satana è finito.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 3, 22-30 In quel tempo, gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: «Costui è posseduto da Beelzebùl e scaccia i demòni per mezzo del capo dei demòni». Ma egli li chiamò e con parabole diceva loro: «Come può Satana scacciare Satana? Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non potrà restare in piedi; se una casa è divisa in se stessa, quella casa non potrà restare in piedi. Anche Satana, se si ribella contro se stesso ed è diviso, non può restare in piedi, ma è finito. Nessuno può entrare nella casa di un uomo forte e rapire i suoi beni, se prima non lo lega. Soltanto allora potrà saccheggiargli la casa. In verità io vi dico: tutto sarà perdonato ai figli degli uomini, i peccati e anche tutte le bestemmie che diranno; ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo non sarà perdonato in eterno: è reo di colpa eterna». Poiché dicevano: «È posseduto da uno spirito impuro». Parola del Signore