don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 26 Marzo 2020

2

“Non volete venire a me per avere vita”

Gesù mostra ai giudei come abbiano diversi modi per credere in Lui, nella sua parola e nelle sue opere. Hanno avuto Mosè, Giovanni Battista, Le Scritture, tutto dà testimonianza di Lui e della sua opera, ma la ragione di fondo è che essi non desiderano avere la vita, per questo non vogliono rivolgersi a lui.

A volte quello che fa rivolgere a Gesù è proprio la mancanza di qualcosa o il desiderio di ottenerla. Quando manca la salute, la pace, la forza di compiere qualcosa etc.. in una parola si chiede a Dio la vita, ma nella sua forma umana. Dio in quanto creatore offre tutto ciò che è necessario alla vita umana, ma Egli desidera far partecipare l’uomo ad una vita di forma superiore, eterna. E per offrire questa partecipazione ha bisogno che l’uomo ricorra a Lui. Tu chiedi al Signore quello che ti manca solo in funzione di questa vita o affinchè tu possa realizzare opere meritorie per la vita eterna?

In breve

La fede nella vita eterna ti aiuta ad essere più equilibrato nel percepire i limiti, le povertà della vita umana e la sue ricchezze

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS