don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 26 Maggio 2021

68

“Che cosa volete che io faccia per voi?”

La richiesta di Giacomo e Giovanni non trova esaudimento. Gesù dice loro che non può concedere quanto chiedono, perchè è stato preparato per altri. A volte anche noi preghiamo il Signore e possiamo fare l’esperienza non solo di non essere esauditi, ma che quanto abbiamo chiesto è stato ottenuto da altri. Ma nella logica di Dio non vuol dire che se non sei stato esaudito vali di meno, o l’altro sia migliore di te.

Vuol dire che quell’esperienza che chiedi di fare o quel risultato che cerchi di raggiungere, o quella tua richiesta non è adeguata a te, alla tua vita, a quello che sei. Vuol dire che per te è preparato altro. Non devi restare dispiaciuto pertanto se non sei stato esaudito. Concentrati su quello che ti è stato preparato, trova lì il tuo senso, la tua realizzazione e lascia agli altri ciò che è stato preparato per loro. Forse a te farebbe piacere riceverlo, ma probabilmente non ti farà del bene.

In breve

Se non sei stato esaudito da Dio non è perchè vali meno degli altri e non ne devi restare dispiaciuto. Quanto chiedevi non era preparato per te, per quello che sei. Vivi invece quello che il Signore ha preparato per te e trova in esso la tua realizzazione.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteSuor Carla – Commento al Vangelo del 26 Maggio 2021
Articolo successivodon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 26 Maggio 2021