don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 26 Febbraio 2021

5

Se la vostra giustizia non supererà quella dei farisei”

È difficile essere giusti, ovvero saper dare a ciascuno quello che gli spetta, ciò che ha il diritto di ricevere. Essere giusti nel lavoro, verso i propri dipendenti o i propri superiori; verso la propria famiglia, gli amici etc.. Eppure, sebbene sia difficile, sembra che non sia ancora sufficiente. Gesù chiede una giustizia maggiore. Richiede uno stile di vita che sappia andare al di là delle norme usuali che tutti siamo chiamati a rispettare. Se un cristiano si accontentasse di essere giusto, cosa farebbe di straordinario?

In cosa sarebbe diverso da un onesto cittadino o da un buon genitore? Non accontentarti dell’ordinario. Forse ti aiuterebbe a far tacere l’eventuale senso di colpa per le omissioni o le ingiustizie commesse, ma ti aiuterebbe ad essere felice? Se hai fatto semplicemente quanto è un tuo dovere compiere, ma senza sforzo, a cosa hai destinato le tue energie migliori? Spesso è proprio quello sforzo che ti è richiesto in più a renderti soddisfatto delle tue fatiche. Ma quando ti risparmi, corri il rischio di destinare a qualcosa di poco edificante proprio quelle energie che avresti dovuto usare per amare un pò di più.

In breve

L’amore è sempre al di sopra della giustizia. Perchè dona sempre di più del necessario, più di quanto l’altro ha il diritto di ricevere. Dona non perchè deve, ma per il semplice fatto che può.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteDon Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 26 Febbraio 2021
Articolo successivodon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 26 Febbraio 2021