don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 26 Aprile 2021

53

“Il pastore conduce le pecore fuori dal recinto”

A volte vogliamo appartenere al gregge di Gesù, ma a modo nostro. Sappiamo quanto sia rassicurante avere Lui come pastore, eppure non accettiamo di uscire dal nostro recinto e di lasciarci condurre fuori. Non accettiamo la sfida quotidiana di camminare dietro di Lui e lasciarci condurre dove Lui solo sa. Preferiamo i nostri recinti, le nostre sicurezze anche se poco a poco ci tolgono l’aria, o la rendono maleodorante, o ci sembrano stretti. E se dobbiamo uscire vogliamo deciderlo noi, o indicare noi la strada che sarebbe più giusta da fare.

Quanto amore paziente, mite e misericordioso ha il Signore nell’invitarci ad uscire, a lasciarci condurre per i suoi sentieri, garantendoci la sua continua assistenza e vigilanza. Accetti di lasciarti condurre da Dio sulle sue vie? Nei contrattempi della tua giornata, nelle deviazioni dei tuoi programmi di vita?

In breve

Come puoi riconoscere in Gesù il tuo pastore, se poi non accetti di lasciarti condurre da Lui? Se non accogli i contrattempi e le deviazioni che Egli propone ai tuoi programmi di vita?


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 24 Aprile 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 26 Aprile 2021