don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 26 Aprile 2020

172

“Si avvicinò e camminava con loro”

È bello vedere Gesù che si rende partecipe della conversazione di questi discepoli diretti ad Emmaus e condivide con loro il cammino. Gesù si inserisce nel discorso, parla con loro, ascolta e li aiuta ad interpretare in modo corretto quanto per loro era invece motivo di dubbio, incertezza, delusione, smarrimento. Gesù prende parte al dialogo e ne capovolge la direzione, lo porta ad una visione insperata mutando anche l’animo di coloro che conversavano con lui. Che ruolo giochi tu nei dialoghi? In che direzione li porti? A quali conclusioni? Quali sentimenti alimenti in chi ti ascolta? C’è un modo di dialogare che è proprio dei cristiani, uno stile cristiano di conversare che Gesù insegna. Anche comunicare bene è un atto di carità, tanto semplice e quanto profondo, che non va trascurato, ma curato. Tu hai questa sensibilità nel dialogare?

In breve

La comunicazione assume uno stile cristiano ed è impregnata di carità quando orienta al bene, crea comunione, offre conforto e speranza a chi ascolta.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli