don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 25 Marzo 2021

168

“Rallégrati, piena di grazia”

L’Annuncio portato dall’angelo Gabriele alla Vergine Maria è certamente tra i messaggi più grandi di Dio nella Storia dell’umanità. La Vergine Maria è posta dinanzi ad un progetto che ha lo scopo di cambiare per sempre le sorti del genere umano. Lei è la prescelta, ma non per questo è obbligata a dare il suo sì. Nella sua risposta la Vergine si consegna a Dio con tutta la sua libertà. Si consegna totalmente, come “serva”, cioè come colei che non vuole vantare più nessun diritto per se stessa. Non vuole riservarsi nessuno spazio di autonomia. Tutto quello che il Creatore le ha donato, lo ridona a Lui, perchè Dio possa compiere il suo progetto. Prima di donare a Dio il suo grembo, lei gli dona il suo cuore e tutta se stessa.

E tu come ti fai dono a Dio? Cerchi di offrirgli tutto quello che sei? O c’è qualcosa che trattieni, su cui vuoi ancora esercitare la tua autonomia e mantenere la tua libertà?

In breve

La Vergine Maria si è fatta serva di Dio. Si è donata a Lui interamente, senza vantare più nessun diritto per se stessa, senza riservarsi nessuno spazio di autonomia.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 25 Marzo 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 25 Marzo 2021