don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 25 Aprile 2021

27

“Le mie pecore conoscono me”

A volte siamo sorpresi dal modo con cui il Signore ci conosce, si dimostra vicino a noi, ci consola, ci conforta. Ma poi sopraggiungono i momenti di buio, di oscurità, di sofferenza, e allora ci chiediamo dove sei Signore? È proprio in quei momenti che dovremmo dominare i nostri pensieri che ci gettano nell’inquietudine e nello sconforto e chiederci: ma io conosco il Signore? Se lo conosco allora so che non mi abbandonerebbe mai, che ha dato la vita per me, che mi segue in ogni istante e non mi lascia solo.

Non permetterà che io resti confuso, senza indicarmi la strada, senza offrirmi una luce per il mio cammino. Ma allora se è così che fa il mio pastore, non ho motivo per essere inquieto. Devo solo aspettare perchè la sua luce verrà, il Signore non mi farà cadere nella fossa, non mi abbandonerà. Se conosci il Signore non puoi perdere la speranza perchè anche se sei nella prova, sai che la tua salvezza è vicina. Il Signore verrà.

In breve

Se conosci il Signore sai che non ti lascerà mai solo. E anche nella prova più buia la tua speranza non verrà meno. Il Signore verrà e sarà la tua salvezza.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 25 Aprile 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 25 Aprile 2021