don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 24 Settembre 2021

74

“Il Figlio dell’uomo deve soffrire e risorgere”

Gesù poteva presentare la sua sequela lanciando uno slogan sensazionale degno delle campagne pubblicitarie del nostro tempo: “Seguimi, avrai cento volte tanto e la vita eterna”. Invece presenta con onestà ai suoi seguaci un percorso che è ben diverso, privo di inganni e di facili guadagni. Lui deve morire e poi risorgere. È un cammino completo che tocca tutte le dimensioni in cui è compresa l’esistenza: la vita e la morte.

Pertanto chi segue Gesù, se ha ben chiaro qual è il suo percorso, può ben distinguere i progetti che vengono da Dio e quelli che provengono dal tentatore. Tutte le volte in cui in quello che stai programmando, o stai orientando la tua vita, manca la dimensione della “morte”, del sacrificio, allora può essere un inganno. Se Gesù non ha escluso la sofferenza dalla sua vita, come potrebbe accoglierti nella vita eterna se tu cerchi di sfuggire al percorso che lui stesso ha fatto? Non sfuggire dalla sofferenza piuttosto cerca di stare più vicino a Gesù per affrontarla e superarla.

In breve

E se alla vita vuoi togliere quella sofferenza e quei sacrifici che ogni tanto ti richiede, sei sicuro che potrai chiamarla ancora vita?


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 24 Settembre 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 24 Settembre 2021