don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 24 Settembre 2020

244

“Non sapeva che cosa pensare”

Erode è confuso per le notizie contrastanti che circolano sugli ultimi avvenimenti. Le fonti sono controverse e, se da un lato le varie interpretazioni appaiono verosimili e in alcuni aspetti credibili, dall’altro lato vi sono aspetti che restano ingiustificati e inspiegabili. Una situazione non molto distante da questo tempo e dall’attuale contesto. Erode reagisce con realismo. Procede per tappe, per non cadere in facili conclusioni che sanno di sensazionale, ma non tengono conto della verità dei fatti: Gesù non può essere Giovanni, nè Elia, nè nessun altro dei profeti.

Per questo Erode va alla ricerca di Gesù, per cercare di capire la sua identità. Anche tu, non accontentarti degli stereotipi su Gesù. Cerca di conoscerlo da te stesso. Prova a mettere in pratica la Sua Parola e ad imitare i suoi insegnamenti. Forse entrerai in conflitto con l’immagine che ti è stata trasmessa di Lui, ma sarà l’inizio della tua personale esperienza. E nei momenti di confusione non camminare da solo, lasciati affiancare da chi ha già percorso e superato le prove che incontri sul cammino.

In breve

La confusione è il momento in cui non puoi osare di andare avanti da solo, ma devi guardare con realismo (senza vittimismo o pessimismo) le tappe già percorse, e lasciarti guidare da chi ha già superato le tue stesse prove sul cammino.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli