don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 24 Marzo 2020

3

“Non ti è lecito portare la tua barella di sabato”

Il sabato era un giorno che bloccava tutta la società ebraica. I lavori erano impediti e gli spostamenti erano consentiti solo per brevi distanze. Le leggi che regolavano la vita in giorno di sabato non erano però a servizio dell’uomo o per la salvaguardia della sua salute. Erano leggi che in alcuni casi mettevano la dignità umana al secondo posto e impedivano addirittura quello che sarebbe stato più che legittimo compiere.

Per questo Gesù guarisce l’uomo malato nonostante sia sabato. La sua salute aveva un valore molto più alto rispetto alle norme da osservare. Ma Gesù non si accontenta che quell’uomo recuperi la salute fisica. Per Lui è ancora più importante che non pecchi più. Aver riavuto la vita e guadagnato la salute dà anche un nuovo senso alla sua vita: evitare il peccato. Forse Gesù ha voluto evitare che per quell’uomo giungesse la morte trovandolo non solo malato, ma peccatore.
Tu nella tua vita ti assicuri di custodire la tua salute, ma anche di permanere nella grazia di Dio?

In breve

Gesù ha voluto guarire l’uomo malato, affinchè più della salute fisica si preoccupasse di non peccare più. Tu hai a cuore di permanere sempre nella grazia di Dio?

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS