don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 23 Maggio 2021

89

“lo Spirito della verità”

In quali momenti della tua vita di fede puoi dire di aver fatto esperienza del modo di agire dello Spirito Santo? La vita cristiana non può essere vissuta pienamente se non abbiamo la consapevolezza del tipo di relazione che possiamo avere con ogni persona della SS. Trinità. Per questo Gesù spiega sempre il rapporto che c’è tra la sua missione, il Padre e lo Spirito Santo. Come credenti non possiamo soffermarci solo sulle parole di Gesù senza prendere coscienza che è lo Spirito Santo che le rende vive, che attraverso di esse fa sentire nel nostro cuore la Parola del Signore. Più conosci come agisce lo Spirito Santo e più aumenterai le tue invocazioni verso di Lui, perchè prenderai consapevolezza della grande utilità della sua azione nella tua vita. Riprendi giorno per giorno gli insegnamenti dei pontefici e del catechismo sui frutti e sui doni dello Spirito di Dio.

In breve

La vita cristiana vissuta senza la consapevolezza e l’invocazione dello Spirito Santo rischia di essere incompleta e povera proprio di tutti quegli aiuti, dei doni e dei frutti che provengono dallo Spirito Santo.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 23 Maggio 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 23 Maggio 2021