don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 23 Maggio 2020

166

“senza misura egli dà lo Spirito”

Lo Spirito Santo è la persona divina che ha la missione di unire in una comunione d’amore l’umanità a Dio. A volte è difficile figurarsi lo Spirito Santo perchè, a differenza di Gesù che ha lasciato di sè parole e opere, dello Spirito sembra non vi sia traccia. Inoltre le diverse raffigurazioni o immagini bibliche usate per indicare lo Spirito non trasmettono l’idea immediata del suo essere una persona divina, piuttosto ne rappresentano le sue modalità d’azione. Eppure con lo Spirito Santo è possibili avere la stessa relazione personale che si ha con Gesù, fatta di preghiere, dialoghi, richieste e gratitudine. Come si riconosce che due persone si amano da tanti elementi allo stesso modo è possibile riconoscere la presenza dello Spirito dalle tante ispirazioni quotidiane che ci avvicinano a Dio, ci solle

In breve

Lo Spirito Santo è l’artefice di ogni singola mozione interiore, pensiero o sentimento che ti aiuta a crescere nella comunione con Dio e ad imitarlo sempre di più.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli