don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 23 Giugno 2020

142

“La via angusta”

La scelta tra una via angusta ed una via larga appare ovvia. Meglio evitare ciò che potrebbe creare disagi. Ma a volte è vero anche il contrario, se conosciamo bene il territorio percorriamo proprio quelle strade di campagna forse un pò scomode e nascoste ai navigatori, ma che permettono di risparmiare kilometri e tempo. Spesso nella vita viviamo una dinamica molto simile: preferiamo quello che è più facile e comodo, che richiede meno impegno e sforzo, che comporta meno sacrifici.

Questo non è male, perchè non bisogna complicarsi la vita quando non è necessario. Ma ci sono conquiste spirituali e benefici materiali che non si possono che acquisire se non attraverso quello che è angusto e comporta sacrifici. E spesso sono i frutti più belli della vita! Anzi la vita stessa la si trova proprio attraverso questa via afferma Gesù. Tu per quali frutti hai dovuto percorrere la via stretta? E per quali andresti avanti finchè c’è una via larga davanti a te? Il tuo cammino di fede su che via è collocato?

In breve

La bontà di una scelta va valutata non solo dal cammino che essa comporta, ma anche dai frutti che ti permette di raggiungere. Per scegliere bene non fermarti a guardare l’uno senza considerare anche l’altro aspetto.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli