don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 22 Febbraio 2020

391

“Su questa pietra edificherò la mia Chiesa”

Pietro riconosce che Gesù è il figlio di Dio mentre Gesù riconosce in lui e nei suoi successori coloro sui quali la Chiesa verrà edificata. Per quanto l’umanità degli uomini di Chiesa talvolta possa lasciare spazio a incertezze e dubbi su alcune loro scelte e atteggiamenti che, in alcune circostanze, posso addirittura far dubitare della loro buona fede e dell’amore al Signore, tuttavia il Signore non ha timore della debolezza umana e su di essa “scommette”, affida la Chiesa, il suo popolo.

Il Signore è certo che le crisi e i momenti difficili non mancheranno, ma la sua grazia, la guida del suo Santo Spirito sarà loro compagna di viaggio. Spesso puoi ascoltare voci e comportamenti discordi all’interno della Chiesa, ma ricorda sempre che vi è un sola fede, uno solo Signore anche nella diversità di carismi o talvolta di opinioni. Per non rimanere confuso davanti all’incertezza di alcune di queste, soprattutto in ambito dottrinale, ricorda sempre di rimanere unito e in comunione con la voce del Pontefice, l’unico di cui il Signore stesso si è fatto garante per guidare la sua Chiesa.

In breve

La diversità nella Chiesa e l’umanità dei suoi membri può disorientarti e confonderti. Ma tu rimani in comunione con il Papa e attingi da ogni buon esempio che possa far crescere la tua fede.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Tu sei Pietro, a te darò le chiavi del regno dei cieli.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 16, 13-19

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti».

Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».

E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».

Parola del Signore.