don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 22 Aprile 2022

80

- Pubblicità -

“Io vado a pescare”

La pesca ha nella vita di Simon Pietro un grande valore simbolico. È il luogo del suo lavoro, dove ha acquisito le proprie competenze, ma è anche il luogo in cui è stato chiamato da Gesù a farsi pescatore di uomini. In ultimo è il luogo in cui incontra il Risorto. Anche nella tua vita uno stesso luogo o una stessa attività possono assumere diversi significati tra buone riuscite, conferme e fallimenti. Permetti al Signore di continuare a scrivere la tua storia nei luoghi e nelle attività a te care.

In breve

La tua memoria ti fa continuamente viaggiare tra il bene e il male che hai vissuto nei luoghi e nelle attività della tua vita. Guarda sempre al bene che il Signore ti ha aiutato a compiere.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 22 Aprile 2022
Articolo successivodon Alessandro Farano – Commento al Vangelo del 22 Aprile 2022