don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 21 Settembre 2020

176

“Mentre sedeva a tavola”

Gesù siede a tavola con pubblicani e peccatori. Una compagnia non molto gradevole stando ai commenti dei farisei. È possibile immaginare che tipo di discorsi venissero fuori in questi momenti conviviali: probabilmente legati al denaro, agli interessi personali, alle cariche sociali, alla situazione politica, e a tanto altro ancora. È bello scorrere le pagine del vangelo e notare quanto in questi momenti Gesù venisse insidiato da domande e provocazioni a causa del suo atteggiamento, del suo modo di fare, delle sue parole.

Ma ogni volta sappia dare la risposta giusta, l’insegnamento più adeguato alla situazione, o sappia far notare alcune mancanze degli invitati stessi. Gesù anche a tavola non smette di dispensare la sua saggezza e non perde mai di vista che ogni suo incontro o discorso può indirizzare il suo interlocutore al Regno dei cieli. Tu come vivi il tuo stare a tavola con gli altri? In quali discorsi ti proponi o ti coinvolgi? Con quale finalità ti siedi a mensa?

In breve

Avresti mai pensato che anche a tavola puoi imparare e insegnare qualcosa sul Regno di Dio?
Gesù lo ha fatto anche con invitati giudicati poco gradevoli e tra discorsi insidiosi.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli