don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 21 Marzo 2022

120

- Pubblicità -

“Lo cacciarono fuori della città”

Gesù nel discorso in sinagoga aiuta i suoi uditori a rileggere la storia di Israele con lo sguardo di Dio. E non ne fa una rilettura patriottica. Non si sofferma sulle grandi battaglie vinte da Israele, o sulle grandi promesse divine di cui il popolo era erede, o sulla sua singolare elezione ed alleanza con Dio.

Al contrario, ciò che esalta è proprio la fedeltà, l’apertura al messaggio divino di chi non apparteneva a quel popolo e a quelle promesse. E, di conseguenza, la chiusura, l’infedeltà la superficialità con cui Israele nella sua storia ha vissuto la sua alleanza con Dio. Questa lettura di Gesù ovviamente scuote la coscienza, irrita e scandalizza (e non poco) i suoi uditori, a tal punto che lo vogliono allontanare dalla città e ucciderlo.

Fai attenzione a come reagisci alle correzioni e ai suggerimenti che toccano la verità e svelano l’ipocrisia, le mancanze dei tuoi atteggiamenti. Forse anche tu sei portato ad allontanare, a rifiutare, a bloccare, a “eliminare” dalla tua presenza coloro da cui provengono queste verità. Prega che il Signore ti aiuti ad accogliere quanto ti è stato detto e per le persone che sono state strumento di queste correzioni.

In breve

L’amore di Dio per te non si manifesta solo nelle consolazioni e nelle gioie della vita spirituale. Ma anche nelle correzioni e nella Verità che ti comunica e talvolta ferisce.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 21 Marzo 2022
Articolo successivodon Alessandro Farano – Commento al Vangelo del 21 Marzo 2022