don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2022

119

- Pubblicità -

“Io ho scelto voi”

Scegliere. È un’azione che compiamo tutti i giorni, talvolta per cose utili e importanti, altre volte per cose più semplici e ordinarie. Eppure è un’azione che non possiamo evitare. Come il respiro anima il nostro corpo e lo aiuta a crescere, così le scelte ci aiutano a diventare, attimo dopo attimo, gli uomini e le donne di domani. Ma dobbiamo riconoscere che siamo più abituati a scegliere, che a farci scegliere.

O se lasciamo che altri ci scelgano è perchè vogliamo essere tra quelli da scegliere. Ma la scelta che fa il Signore con noi è del tutto “arbitraria” rispetto ai nostri parametri. Non guarda all’aspetto esteriore, al merito, alle capacità umane e nemmeno alla condotta morale. Lui ci sceglie anche quando il nostro passato non ci fa onore.

E come Lui non segue criteri umani per scegliere, non segue nemmeno criteri umani per i progetti che intende realizzare. Quando sei scelto da Dio è difficile sentirti all’altezza, adeguato, competente, e soprattutto…pronto! Da qualsiasi punto esamini la domanda “perchè proprio io?” sarà difficile trovare una risposta ragionevole. C’è solo un metodo: abbi fede nel disegno di Dio e sappi attendere qualche anno per poter avere le tue prime risposte.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2022
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 20 Maggio 2022