don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 2 Settembre 2021

70

“D’ora in poi sarai pescatore di uomini”

Il momento preciso in cui Pietro ha ricevuto la sua chiamata è arrivato dopo un momento non felice della sua giornata, o forse della sua vita. Magari era già da parecchio tempo che la pesca non gli andava più bene come un tempo. Quell’incontro con Gesù non è stato voluto, è giunto improvviso, ma ha lasciato il segno. È stato uno di quei giorni dopo i quali la vita non può più seguire allo stesso modo di prima. Lo ha portato ad una convinzione profonda nell’animo. Non sono stati i ragionamenti a convincerlo, nemmeno le belle parole dette da Gesù poco prima. È dopo la pesca abbondante che ha maturato la convinzione di essere peccatore e di trovarsi davanti a Dio. È stato quel momento che ha fatto nascere il pescatore di uomini.

Dio ci risolleva sempre e molto più in alto di quanto crediamo tutte le volte che abbiamo l’umiltà di inchinarci davanti a Lui e confessare le nostre fragilità e i nostri peccati. Quando le cose non ti vanno bene, non arrabbiarti con Dio, ma avvicinati a Lui con maggiore umiltà, cominciando dal riconoscere le tue colpe.

In breve


Gesù non gode della tua umiliazione o dei tuoi fallimenti, ma ti mostra obiettivi sempre più alti e importanti man mano che cresci nell’umiltà insieme con Lui.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 2 Settembre 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del2 Settembre 2021