don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 2 Settembre 2020

52

“Tentarono di trattenerlo”

Le folle cercavano Gesù. Faceva miracoli, guariva i malati, aveva parole sapienti e piene di grazia, annunciava il Regno di Dio. Molteplici erano i motivi per cui la presenza di Gesù era desiderabile, e la gente desiderava che non andasse via. Ma quello che regolava la permanenza di Gesù non era la necessità che le persone potevano avere di Lui. Se il criterio fosse questo, probabilmente non sarebbe andato così lontano dal suo villaggio.

La permanenza di Gesù era regolata dalla sua Missione di annuncio del Regno di Dio. Così anche la nostra permanenza in determinati luoghi, tra alcune persone, in alcuni compiti, non è mai eterna. C’è un tempo che va vissuto con intensità, in cui nascono relazioni belle e feconde che rimangono nel tempo, nella memoria, che segnano il nostro cammino, ma che non possono trattenerci. Ognuno di noi, per la sua vocazione e la sua storia è in cammino verso il Regno di Dio, ed è solo questo cammino a dover determinare i tempi delle soste e delle ripartenze nei luoghi e nelle relazioni della nostra vita.

In breve

È tempo di ripartire o di fermarti? Quanto restare o partire da quella situazione o da quel luogo può aiutarti a fare un passo in avanti verso il Regno di Dio?


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli