don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 2 Agosto 2021

51

“Spezzò i pani e li diede ai discepoli”

Forse quei cinquemila uomini vedendosi distribuire i pani e i pesci dai discepoli non si chiesero da dove provenissero e in che modo si erano procurati tanto cibo in poco tempo, ma semplicemente presero la loro razione e la consumarono. A volte gli altri non si rendono conto e non possono immaginare tutto quello che ci può essere dietro piccoli gesti o semplici parole, ma semplicemente si fermano ad accoglierle o meno. E Gesù permette anche che siano i discepoli a ricevere i meriti e la visibilità della sorprendente opera benchè sia stato egli l’unico artefice del miracolo.

Per quanto a volte riusciamo in risultati sorprendenti e inaspettati, o più semplicemente nell’offrire agli altri quanto non si aspettano o qualcosa che è al di sopra delle nostre potenzialità, non dobbiamo dimenticare che è sempre il Signore l’unico artefice. Egli sostiene e permette la prosecuzione di ogni servizio nella Chiesa e nel mondo. Per questo bisogna gioire sempre nel Signore per i risultati raggiunti insieme con Lui e non rammaricarsi se a volte gli sforza intrapresi per giungere a determinati risultati non vengono compresi e non si rende ringraziano adeguatamente.

In breve

Non sempre chi riceve un beneficio può comprendere lo sforzo che vi è dietro e ringraziarlo adeguatamente. Ma tu non stancarti di proseguire nel tuo servizio e ringrazia sempre il Signore come l’artefice principale di ogni tua opera.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 2 Agosto 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 2 Agosto 2021