don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 19 Settembre 2020

105

“Il terreno buono”

Il seme della Parola di Dio è seminato in ogni tipo di terreno, ma solo quello buono è capace di produrre frutto e anche molto abbondante. È Gesù stesso ad indicare che ad impedire al seme di crescere c’è il rischio della dispersione del nostro Spirito a causa di tante sollecitazioni quotidiane. Le preoccupazioni, le ricchezze, i piaceri della vita tengono occupato il cuore in modo che la Parola di Dio quando giunge non trovi spazio.

Vi è anche la mancanza di fede e l’incostanza che annullano il frutto che può generare il seme della Parola di Dio.
Tutte queste cause di dispersione non sono da sottovalutare, ma sono da combattere e contrastare perchè sono i tentativi del Maligno per ritardare il cammino spirituale o addirittura per impedire la salvezza.
Tu cosa fai per custodire quello che ti resta nel cuore ascoltando la Parola di Dio?

In breve

Lasciarsi rubare o dimenticare i santi propositi che l’ascolto della Parola di Dio ha seminato nel tuo cuore, può rallentare o impedire il cammino verso la tua salvezza eterna.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli