don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2021

55

“Padre ora io vengo a te”

Dalle parole di Gesù traspare tutta la sua umanità e divinità. Mentre si rivolge al Padre, tuttavia non dimentica gli uomini, coloro che hanno condiviso con Lui ogni cosa. Cosa c’è di più umano prima di congedarsi che lasciare le ultime volontà, assicurarsi che ai propri cari non manchi nulla, che possano continuare a star bene? Gesù allora si rivolge al Padre affidandogli i suoi discepoli e chiede per loro il meglio, sapendo che Lui può ogni cosa.

Chiede di custodirli come ha fatto Lui stesso, perchè siano una cosa sola; chiede che abbiano la pienezza della Sua gioia, che siano custoditi dal Maligno. Ci possono essere parole più sincere, più amorevoli e più dolci di chi sa di trascorrere gli ultimi momenti della sua vita con le persone che ha più a cuore? Quando ti senti avvolto dai tentacoli della tentazione, quando ti senti demotivato e triste, quando ti senti solo o indifeso contro tutti e tutto… pensa a queste parole di Gesù. Sappi che sei custodito da Dio, contro il Maligno, che ti vuole unito a Lui, e ti vuole nella gioia. Tutti gli stati d’animo che si oppongono a ciò vanno contro il desiderio di Gesù, il suo amore per te.

In breve

Gesù desidera che tu sia unito a Lui, che abbia la sua gioia, e sia custodito dal Maligno. Tutte le volte che ti lasci vincere dalla solitudine, dalla tristezza, dalla tentazione vai contro il desiderio di Dio per te.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2021