don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 19 Dicembre 2020

52

“Sono stato mandato a portarti questo lieto annuncio”

Spesso non facciamo altro che augurarci che tutto andrà bene, che le cose si sistemeranno e andranno come noi desideriamo. Chissà quante volte anche Zaccaria avrà dato speranza ad Elisabetta augurandosi di avere presto un bambino. Ma con gli anni quella speranza è venuta meno insieme alle possibilità che il loro sogno potesse concretizzarsi davvero. Quando l’angelo Gabriele gli è apparso per comunicargli la bella notizia di poter avere presto un bambino, così attesa in passato, gli sembrava surreale.

Quando davvero ci sono degli eventi positivi per noi, a volte siamo incapaci di accettarli, di valorizzarli. Può capitare che non siamo pronti, o, il più delle volte, succede che per quanto ci lamentiamo dei problemi, in fondo li sentiamo “nostri” e paradossalmente abbandonarli ci disorienterebbe. A volte il rischio è di accogliere il modo con cui Dio vuole beneficarci come quelle offerte commerciali che sembrano buone, ma potrebbero nascondere qualche tranello. Si rischia di diffidare di Dio e del suo progetto di bene per noi, in virtù delle nostre ragioni e delle nostre motivazioni umane. E se guardassi a quel che Dio ti propone come se senza temere di accogliere il bene che ha in serbo per te?

In breve

A volte preso dalle tue ragioni puoi anche arrivare a diffidare del bene che Dio ha in serbo per te. Sappi accogliere anche quel bene che ti sembra eccedente rispetto alle tue umane valutazioni e ringrazia il Signore.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto: La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS
e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 20 Dicembre 2020
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 19 Dicembre 2020