don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 18 Giugno 2021

76

“Non accumulate per voi tesori sulla terra”

Accumulare tesori non vuol dire solo avere la soffitta o un deposito pieno di cose, avere la seconda macchina o la seconda casa. Ci sono beni da cui, pur disponendone, si ha libero il cuore. Ci sono poi beni che si accumulano ma in un modo non visibile, nè quantificabile, eppure appartiene alla stessa dinamica indicata dal vangelo. I tesori sulla terra possono essere anche titoli, riconoscimenti, incarichi. A volte si desidera accumularli per darsi visibilità e riempire dei vuoti interiori, delle mancanze.

Sono a tutti gli effetti i nostri tesori, le cose a cui siamo attaccati di più. Accumulare dunque non è solo l’atto di comprare qualcosa e metterla da parte, ma consiste anche nel progettare tutta la propria vita per raggiungere degli status sociali. Il rischio è di ipotecare la propria felicità in un ruolo sociale, in un “poi” a cui non c’è nessuna certezza di giungere. Si vive accettando qualunque condizione, qualunque compromesso pur di vedersi arrivati lì dove il proprio cuore desidera. Ma c’è qualcosa per cui puoi vivere oggi ed essere felice? Qualcosa che senza aspettare questo futuro così lontano può già dare senso ai tuoi sforzi quotidiani?

In breve

C’è qualcosa che può renderti felice anche senza attendere un futuro molto lontano per realizzare i tuoi progetti? Non ipotecare la tua felicità in prospettive dal compimento incerto.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 18 Giugno 2021 – Don Francesco Cristofaro
Articolo successivodon Giovanni Vassallo – Commento al Vangelo del 18 Giugno 2021