don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 18 Febbraio 2020

249

“Non vi ricordate dei pani che ho spezzato”

A volte è più facile ricordarsi del male vissuto che del bene ricevuto. Il male infatti ha più facilità ad imprimersi nel nostro animo perchè ricordandolo possiamo evitare i pericoli, le circostanze che l’hanno causato, oppure correggere gli errori che ci hanno causato quelle ferite. Anche il bene, se è frutto del nostro impegno e dei nostri sacrifici,è più facile tenerlo a mente, quando invece è ricevuto non sempre viene ricordato. I discepoli hanno dimenticato il prodigio della moltiplicazione dei pani.

Hanno dimenticato il bene ricevuto e pertanto sono ricaduti nell’affanno e nella preoccupazione di non aver del pane con sè. Il ricordo del bene ricevuto da Dio gli avrebbe permesso di vivere quella situazione di mancanza in modo più sereno. Tenere a mente l’esperienza già vissuta gli avrebbe dato quella fiducia nella provvidenza di Dio. Tu conservi da qualche parte la memoria dei doni che Dio ti ha fatto? Scriverli può aiutarti a ricordare meglio il modo con cui Dio ha agito nei tuoi confronti e a custodire una maggiore tranquillità nei momenti di smarrimento.

In breve

Ricordare il bene ricevuto da Dio e dagli uomini ti aiuta ad essere più sereno e fiducioso nei momenti di difficoltà, certo che il Signore non ti farà mancare quanto ti occorre.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Guardatevi dal lievito dei farisei e dal lievito di Erode.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 8, 14-21 In quel tempo, i discepoli avevano dimenticato di prendere dei pani e non avevano con sé sulla barca che un solo pane. Allora Gesù li ammoniva dicendo: «Fate attenzione, guardatevi dal lievito dei farisei e dal lievito di Erode!». Ma quelli discutevano fra loro perché non avevano pane. Si accorse di questo e disse loro: «Perché discutete che non avete pane? Non capite ancora e non comprendete? Avete il cuore indurito? Avete occhi e non vedete, avete orecchi e non udite? E non vi ricordate, quando ho spezzato i cinque pani per i cinquemila, quante ceste colme di pezzi avete portato via?». Gli dissero: «Dodici». «E quando ho spezzato i sette pani per i quattromila, quante sporte piene di pezzi avete portato via?». Gli dissero: «Sette». E disse loro: «Non comprendete ancora?». Parola del Signore