don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 18 Dicembre 2020

67

“Gli apparve in sogno un angelo”

La situazione tra la Vergine Maria e S. Giuseppe prima delle nozze era molto paradossale e incredibile. Per questo S. Giuseppe era orientato verso la scelta di ripudiare la sua futura moglie in segreto. Era il male minore. Poi ci furono le parole dell’Angelo che prospettavano tutt’altro, qualcosa a cui senza fede sarebbe stato difficile credere, soprattutto perchè erano tutte promesse future. Quando la Madre di Dio ricevette il suo annuncio potè verificare di persona la condizione in cui si trovava Elisabetta, secondo quanto annunciato dall’angelo Gabriele.

Per S. Giuseppe non c’era altro segno che la gravidanza della Madonna e le parole dell’Angelo, per di più rivelate in un sogno. Niente di più incerto e confuso. Eppure fu sufficiente a S. Giuseppe per cambiare idea e accogliere quell’enorme sfida, quel meraviglioso progetto che Dio aveva in serbo per lui, per sua moglie e per l’umanità intera. Tu di quanti segni hai bisogno per cominciare a compiere la volontà di Dio? Ti lasci affascinare dal disegno di Dio o ti lasci sopraffare dalla grandezza della sfida che ti si pone davanti?

In breve

Quanto più percepisci che quello che ti è chiesto di compiere rappresenta una sfida per te, piuttosto che un’occasione facile e desiderabile di successo personale, tanto più si tratta della Volontà di Dio.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto: La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS
e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube