don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 17 Settembre 2021

91

“Maddalena”

Cosa rievoca il suo nome alla nostra mente? Quale caratteristica della sua persona? L’Evangelista è molto equilibrato nel parlare di lei. La prima volta che ne fa menzione dice che è al seguito di Gesù e accenna al suo passato, quando da lei erano usciti sette demoni. Poi la Maddalena compare ancora al momento della Risurrezione come prima testimone e annunciatrice della Risurrezione. L’evangelista pertanto mette più l’accento sulla fedeltà della Maddalena nella sequela di Gesù, che sui momenti bui del suo passato.

Invece, nell’immaginario collettivo avviene il contrario. È più etichettata per il suo passato che come messaggera della risurrezione. La mentalità del mondo è così che agisce anche verso di noi. Non fa tener conto dei progressi e degli sforzi che compiamo ogni giorno per diventare migliori e superare gli errori del passato, ma continua ad additarci per quello che siamo stati. Dio invece con noi fa il contrario. Guarda a quello che siamo oggi, non a chi siamo stati. E il suo sguardo è talmente benevolo da darci, come ha fatto con la Maddalena, l’onore impensabile di essere tra i primi testimoni della sua divina potenza. Tu come guardi te stesso e gli altri? Secondo Dio o secondo la mentalità del mondo?

In breve

Dio guarda a chi sei oggi, agli sforzi che hai compiuto per essergli più fedele. Non si ferma più sugli errori del tuo passato, come invece fa ancora il mondo nei tuoi confronti.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 17 Settembre 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 17 Settembre 2021