don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 16 Giugno 2022

31

- Pubblicità -

“Voi dunque pregate così” 

La preghiera del Padre Nostro, prima di essere una formula di preghiera, che ci è stata consegnata direttamente da Gesù, è una “scuola di preghiera”. Gesù la consegna a noi per indicarci uno stile di preghiera, rispondendo alla domanda che (nel vangelo secondo Luca) gli rivolgono i suoi discepoli: Maestro insegnaci a pregare.

Prova a trasformare ogni affermazione del Padre Nostro nella domanda corrispondente per chiederti se davvero cerchi di vivere quanto preghi. Ad esempio: “Padre”. Sento Dio come Padre? So affidarmi alla sua Provvidenza? Riesco a ringraziarlo per quanto mi dona o non sono soddisfatto per i doni che Dio mi ha dato? “Sia santificato”.

Mi preoccupo che il nome di Dio non venga bestemmiato, offeso in pubblico, in mia presenza? Bestemmio qualche volta? Invoco spesso il nome di Dio per benedirlo?… etc..  Infine, a partire dalle risposte alle domande, scegli uno degli atteggiamenti in cui sei più manchevole e assumilo come proposito settimanale. Come potresti migliorarti?


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 16 Giugno 2022
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 16 Giugno 2022