don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 16 Gennaio 2022

178

- Pubblicità -

“Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora”

Il complimento di colui che dirige il banchetto verso lo sposo ben riassume l’azione della grazia di Dio nella nostra vita, in particolare nel cammino vocazionale. Nonostante il cammino preveda delle tappe umane insostituibili, Gesù è capace di sostenerci in modo che questo cammino continui fino alla fine. Sebbene lo stupore e il desiderio iniziale cede il passo alla stanchezza, alla routine, ai dubbi sulle alternative possibili, la grazia che accompagna la vocazione regge all’alternanza di tutte le fasi del percorso.

Anche quando le debolezze intrinseche della persona, i peccati ricorrenti, le fragilità e le resistenze umane, ne minacciano il proseguimento, la grazia divina impedisce che il progetto divino si frantumi. Anche davanti alle prove, per quanto imprevedibili, ardue, o prolungate siano, la grazia di Dio permette che si vada avanti. Non importa se tal volta ti sembra di “fare acqua” nella tua vocazione. Tutte le volte che saprai rimetterti fiduciosamente alla grazia di Dio, il Signore ti permetterà di ritornare ad offrire vino buono.

In breve

La grazia di Dio è ciò che ti assicura che nonostante i pericoli, le incertezze e i mutamenti del percorso vocazionale, potrai sempre ritornare ad offrire vino buono.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentep. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 15 Gennaio 2022
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 16 Gennaio 2022