don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 16 Aprile 2021

158

“Cos’è questo per tanta gente?”

Il miracolo dei pani e dei pesci lascia stupita sia i discepoli che la folla. In breve tempo sono passati da una situazione di indigenza, di fame, di mancanza di materie prime e di risorse ad un’abbondanza capace di saziare ognuno dei presenti e di eccedere persino al loro bisogno. La crisi portata dalla pandemia rende inevitabile riconoscersi proprio in questa folla il cui bisogno del pane quotidiano e di cure supera di gran lunga le risorse economiche messe a disposizione dai governi.

Il Vangelo fa emergere come solo il Signore abbia la regia della situazione e aiuti ad uscire dall’ “impasse” della situazione. Ma occorre riporre la propria fiducia in Lui e non confidare solo nelle previsioni sanitarie o di crescita economica. È Lui che prende davvero a cuore i nostri bisogni e li riconosce prim’ancora che vengano espressi. Ogni volta che i ragionamenti ti conducono a vedere buio il futuro, fermati, e compi piuttosto un atto di maggior fiducia nel Signore.

In breve

Confida che è il Signore ad avere la regia di ogni cosa. E Lui che prende davvero a cuore i tuoi bisogni più di quanto la pianificazione delle risorse economiche e sociali possa riuscire a realizzare.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 16 Aprile 2021
Articolo successivoPablo Erdozáin – Commento al Vangelo del 16 Aprile 2021