don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 15 Ottobre 2019

351

“si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni”

Il fariseo si meraviglia nel vedere Gesù irrispettoso e manchevole nell’osservare il rito dell’abluzione prima del pranzo. Probabilmente si sarà sentito anche “migliore” dello stesso Gesù in questo. Gesù riconosce che la vita di questo fariseo era concentrata tutta lì, attorno a quelle regole, a quelle osservanze. Rispettarle lo faceva sentire in pace con se stesso, attenuava i sensi di colpa, e diventava anche il metro per misurare gli altri e il loro modo di vivere. Forse il suo malessere o benessere quotidiano dipendeva dal modo con cui vedeva gli altri rispettare o non rispettare le regole.

Lui era “l’uomo delle regole”, la sua personalità era costruita nell’identificarsi con esse. Gesù lo scuote, lo chiama stolto, lo invita a rivedere come si svolge la sua vita oltre questi “regolamenti”. Su cos’altro fissa la sua attenzione? Gesù vuole liberarlo da questa mentalità che lo imprigiona e gli impedisce di prendere contatto con se stesso.

Per il fariseo è più facile osservare e giudicare gli altri sulle dimensioni della vita che a lui riescono più facili osservare e praticare, mentre ignora o tralascia di vedere quegli aspetti di sè nei quali anche lui ha bisogno di maturare e che lo rendono fragile e limitato come tutti gli altri uomini.

In breve

Solo l’umiltà e la luce dello Spirito Santo possono scuotere colui che vive con una mentalità farisaica cioè colui che non è alla ricerca continua della Verità e del bene perchè presume già di essere “in regola”, di adempiere ogni giustizia.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Date in elemosina, ed ecco, per voi tutto sarà puro.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 11, 37-41

In quel tempo, mentre Gesù stava parlando, un fariseo lo invitò a pranzo. Egli andò e si mise a tavola. Il fariseo vide e si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo.

Allora il Signore gli disse: «Voi farisei pulite l’esterno del bicchiere e del piatto, ma il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria. Stolti! Colui che ha fatto l’esterno non ha forse fatto anche l’interno? Date piuttosto in elemosina quello che c’è dentro, ed ecco, per voi tutto sarà puro».

Parola del Signore