don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2020

211

“Vi ho chiamati amici”

Da quali motivi nascono le tue amicizie e su che cosa si basano? Per Gesù l’amicizia si basa sulla condivisione e si oppone al legame tra servo e padrone. L’amico conosce quello che l’altra persona sta vivendo. Ma è una condivisione spontanea, non dovuta, che avviene in una relazione di reciproco scambio, per questo si oppone al rapporto tra servo e padrone. Il padrone non è tenuto a rivelare nulla di sè al servo e questo non crea nessuna difficoltà. Il motivo dell’amicizia nasce dall’interesse che ha Gesù nel rivelare il Padre e dal desiderio dell’uomo di conoscerLo. C’è uno scambio, una comunicazione di argomenti divini, spirituali, edificanti. Anche se Gesù ha parlato con i suoi discepoli di temi più “profani”, alla base del suo dialogo con l’umanità c’è questa prospettiva. E tu che prospettiva assumi nel dialogo con i tuoi amici? che temi tratti più frequentemente?

In breve

L’amicizia è per Gesù un luogo comunicativo in cui gli uomini possono comunicarsi reciprocamente lo sguardo divino sulla realtà.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli