don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 15 Luglio 2021

53

“Mite e umile di cuore”

La mitezza oggi è una virtù rara. La frenesia quotidiana, le scadenze da rincorrere, l’abitudine a ricevere facilmente risultati immediati attraverso la tecnologia, sono tutti fattori che inducono a spazientirsi con facilità quando si perde tempo, o sorgono incomprensioni con gli altri. Chi riesce a mantenere il controllo, a gestire comunicazioni tese con serenità, infondendo calma e pace, è guardato in modo ammirevole.

La mitezza è l’atteggiamento migliore per affrontare le conversazioni di ogni giorno, perchè riesce a custodire la carità, la dolcezza, e la serenità anche nelle situazioni più complesse. Non si tratta solo di possedere un temperamento tranquillo, ma anzitutto di volontà. Chiunque può cominciare ad esercitare questa virtù che il Signore elargisce con abbondanza a quanti guardano a Lui e al suo cuore.

In breve

Se guardi al cuore di Cristo, anche tu non potrai che restare ammirato della sua mitezza e divenire un fedele discepolo di un maestro così mite.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 15 Luglio 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 15 Luglio 2021