don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 15 Gennaio 2020

349

“Venuta la sera…”

La giornata di Gesù scorre rapida in queste righe del vangelo: predica in sinagoga, visita la suocera di Pietro e la guarisce, cura altri malati e scaccia i demoni e poi all’indomani si alza di buon mattino per pregare e si rimette in viaggio per predicare ancora. Ogni gesto è all’insegna del bene, tutti lo cercano perchè ascoltano la sua parola e vengono guariti.

Qual è il ritmo delle tue giornate? Forse a volte ti fermi a guardare le responsabilità che hai, gli impegni che devi assolvere, i tempi stretti in cui far rientrare i tuoi progetti e le tue necessità, ma pensi alla tua giornata anche come ad un tempo in cui puoi far del bene? Forse tutto il resto è “scontato” che tu lo faccia, ma il bene no. È sempre una scelta, non è mai scontato, nè dovuto. È una possibilità che rischia di rimanere inespressa o incompiuta se nella tua giornata pensi solo a quanto devi realizzare.
E la sera come ti addormenti? Soddisfatto e contento del bene che hai fatto o già angosciato per il nuovo giorno che ti aspetta?

In breve

Qual è il tempo giusto per fare il bene? Dio ti affida tra le mani un giorno intero, e lo fa con una certa costanza, già da molti anni.

Commento tratto dal nuovo libretto di don Vincenzo Marinelli intitolato:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale

E un’iniziativa che nasce per tutti coloro che desiderano vivere un contatto giornaliero con la Parola di Dio e trovare il benessere interiore. Quotidianamente offre una riflessione del Vangelo breve ed essenziale, che parli al cuore. Un strumento per tutti coloro che nonostante la frenesia e gli impegni quotidiani non vogliono rinunciare a meditare quanto il Signore comunica attraverso la Sua Parola. Già presente dal 2014 su diversi canali social, adesso è disponibile anche in forma cartacea e digitale in questa raccolta di riflessioni per l’Avvento e il Natale.

Disponibile su:

AMAZON | IBS


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Gesù guarì molti che erano afflitti da varie malattie.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 1, 29-39 In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva. Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano. Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni. Parola del Signore