don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 14 Maggio 2020

39

“Rimanete nel mio amore”
 
Ci sono momenti che si vorrebbero fermare, in cui si vorrebbe permanere con la prospettiva che nulla cambi, momenti dai quali non si vorrebbe uscire. Gesù chiede di rimanere nel suo amore, ma non fermando il tempo, piuttosto affrontando tutti i suoi cambiamenti con una sola attenzione: amare. E amare ha le sue leggi, i suoi comandamenti. Quando si vivono si ha la certezza di amare. Se da un lato ogni uomo rimane nell’amore di Dio, perchè tutti sono destinatari del suo amore, dall’altro lato è anche vero che ogni uomo può uscire da questa relazione d’amore, non rimanerci. Questo avviene proprio quando si rifiuta di vivere l’amore, di vivere i suoi comandamenti, fino a rompere la comunione creata dall’amore con il peccato.
A volte si può vivere anche accanto agli altri, ma con superficialità, per abitudine, o addirittura per interesse personale non rimanendo nell’amore, ma al di fuori. E questo indebolisce la comunione, raffredda la sintonia, crea distanza. Se rimani nell’amore con Gesù, impari anche a rimanere nell’amore con gli altri.

In breve

I comandamenti di Gesù ti inducono a rimanere nell’amore di Dio e nell’amore umano, a contenere le distanze, accrescere la sintonia e irrobustire la comunione con Dio e gli altri.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli


Articolo precedentep. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 14 Maggio 2020
Articolo successivoDavide Moreno – Commento al Vangelo del 14 Maggio 2020