don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 14 Giugno 2021

56

“lascia anche il mantello”

Apparentemente nel chiedere di porgere l’altra guancia Gesù sembra che stia chiedendo di essere remissivi fino al punto di rinunciare alla difesa di ogni diritto, se si vuole portare alle estreme conseguenze questo insegnamento di Gesù. In realtà c’è ben altro. Anzitutto è richiesto un atteggiamento vigoroso di pazienza e di fortezza per non cedere alle stesse modalità di azione provocatorie e violente utilizzate dall’altro. Ma c’è anche una prospettiva ben diversa sul modo di affrontare le contese, le diatribe e i conflitti.

È una prospettiva che ha dinanzi l’eternità e valuta ogni possesso sempre temporaneo e relativo. Per cui la domanda di fondo è: cosa devo difendere? La mia reputazione, qualcosa che mi appartiene? E l’energia necessaria per sostenere questa difesa compensa quanto invece perderei in termini di pace, di serenità per la mia vita? O non li vale? Inoltre quello che sto difendendo, o trattenendo, quanto è importante per me? Fino a quando sarà con me? Dalla risposta a queste domande, puoi comprendere meglio come poter proseguire il tuo cammino verso l’eternità, e custodire il grande tesoro della pace interiore che vale più di molti altri beni e valori.

In breve

Chi conosce il grande valore della pace interiore, sa ben discernere le contese e le provocazioni da evitare, in modo da non perderla per questioni di poco conto e non necessarie al cammino verso la vita eterna.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 14 Giugno 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 14 Giugno 2021