don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2022

72

- Pubblicità -

“Il diavolo aveva già messo in cuore a Giuda di tradire Gesù”

In questo giovedì Santo, ovviamente il cuore della nostra meditazione è l’istituzione dell’eucarestia, del sacerdozio, del vivere il potere e l’autorità come servizio per il bene comune e tanto altro, perchè la Parola di Dio è inesauribile. Ma vorrei soffermarmi su questa espressione del vangelo tra virgolette, perchè se il nostro cuore non è libero, se è occupato dalla suggestioni del male, allora sarà difficile che possa accogliere con fede l’insegnamento che il Signore ci ha lasciato in questa notte.

Il cuore in senso biblico è il centro della persona, per cui quanto suggerito da Satana era ben radicato in Giuda. Vuol dire che il proposito di tradire Gesù era già ben meditato e programmato nei dettagli. Per questo Gesù gli dirà “quello che devi fare, fallo presto”. Ma la tentazione non comincia mai dal cuore, ma dalla mente. Satana probabilmente aveva proposto a Giuda dei pensieri di giudizio fortemente negativo nei confronti di Gesù e del suo agire.

Questi pensieri si erano fatti insistenti e ricorrenti perchè Giuda non è riuscito ad allontanarli e ad smascherarli sin da subito. Ovvero la visione dei fatti che questi pensieri presentavano a Giuda si era fatta così netta ed evidente che a Giuda era sembrata la verità ed ha deciso di accettarla e di accoglierla piuttosto che respingerla e confutarla. E così su quella visione degli eventi e della figura di Gesù ha impostato tutto il resto. Ed è in quel momento, quando ha dato il suo consenso a questi pensieri, che Satana è entrato nel cuore di Giuda. Una volta lì, senza l’aiuto di Dio e la volontà di cacciarlo, Satana continua a lavorare nel cuore dell’uomo per far entrare in esso più facilmente tutti i propositi di male, come è stato appunto il tradimento.

Quando Satana è nel cuore dell’uomo il passo tra l’intenzione malvagia e la sua esecuzione è molto breve. Per questo occorre essere vigilanti sui propri pensieri per discernere quando non vengono da Dio in modo da respingerli prontamente.

In breve

Satana entra nel cuore tutte le volte in cui dai il consenso ai pensieri che ti presenta e li accogli come verità, come la visione corretta di interpretare le situazioni e i comportamenti di chi ti circonda.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

- Pubblicità -

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2022
Articolo successivodon Alessandro Farano – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2022