don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 13 Ottobre 2020

103

“Il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria”

I farisei erano molto abili nel rispettare le apparenze esteriori, ma il loro cuore invece era lontano da quanto essi compivano. Gesù smaschera questo atteggiamento per poterli aiutare a ritrovare l’autenticità e l’integrità perduta. Ma c’è molto di più. Gesù mette in evidenza l’atteggiamento umano di concentrarsi sull’esterno della propria vita: l’ordine in casa, le entrate lavorative, la professionalità, i risultati scolastici… Sono “bicchieri” che l’uomo cerca di tenere sempre perfetti, puliti. Ma non si accorge che si inganna. Nel momento in cui dà valore solo a queste dimensioni, perde del tempo prezioso per curare la propria interiorità.

Alle volte addirittura predilige quasi concentrarsi ossessivamente su questi aspetti piuttosto che prendersi cura di se stesso. Per quanto infatti può stancarsi inseguendo questi obiettivi, lo sforzo sarà sempre minore dell’impegno per migliorare se stesso o per accogliere i propri fallimenti e accettare i propri limiti.
Quale spazio dedichi alla tua interiorità durante la tua giornata? Forse sarà più agevole ricavarlo a primo mattino, o nella pausa pomeridiana, o prima di concludere la giornata, ma non rinunciare mai a tener pulito non solo l’esterno, ma soprattutto il tuo cuore, ne va della tua felicità e del tuo benessere interiore.

In breve

La cura della tua interiorità non credi che valga molto di più dell’ordine con cui tieni la casa, o dei risultati professionali o scolastici che cerchi di raggiungere? Se hai tempo per questi, perchè non trovi del tempo per te? Ne va della tua felicità e del tuo benessere interiore.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli