don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 13 Giugno 2021

62

“Come il seme germoglia e cresce”

C’è un principio vitale che fa crescere il Regno di Dio e che non dipende dall’uomo, dalla sua fede, dal modo con cui la testimonia o dagli strumenti che usa. Ma non per questo l’agire dell’uomo è superfluo. Anzi l’uomo può contribuire a favorire la crescita del Regno di Dio affinchè avvenga in modo più veloce e più copioso. Proprio come un seme che benchè abbia in sè il principio vitale, tuttavia richiede tutte le attenzioni del coltivatore affinchè la crescita avvenga nel modo migliore.

Pensa allora che tutte le tue azioni, la tua storia, benchè rimangano sconosciute a molti, tuttavia sono osservati speciali dinanzi a Dio, perchè contribuiscono in qualche modo alla crescita del suo Regno e alla sua diffusione. Tutto il bene che spargi nella tua vita è concime che fa crescere questo Regno sempre di più fino al suo compimento secondo il piano di Dio.

In breve

Il Regno di Dio cresce e germoglia da sè, ma l’operato dell’uomo, benchè non essenziale alla sua crescita, può contribuire efficacemente al suo rapido sviluppo e compimento.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 13 Giugno 2021
Articolo successivodon Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 13 Giugno 2021 – Mc 4, 26-34