don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2021

73

“Lo Spirito mi glorificherà”

Il modo in cui lo Spirito Santo glorifica Gesù consiste nell’attingere da quello che Gesù ha detto e annunciarlo. Quando chi annuncia non ha questo legame con quanto Gesù ha rivelato allora corre un duplice rischio. Da un lato quello di cambiare l’insegnamento di Gesù e dunque di discostarsi dalla tradizione di quanto la Chiesa ha sempre insegnato come verità da credere, dall’altro c’è il rischio di voler portare gloria a se stessi, enfatizzando il proprio pensiero, il modo di fare, o assolutizzando le proprie sensibilità.

Questo duplice rischio riguarda tutti i cristiani, ma in particolar modo chi è investito ad ogni livello del compito di annunciare il messaggio del Signore. Guardati da chi con troppa superficialità mette in discussione la sapienza del vangelo, la tradizione della Chiesa e l’insegnamento dei pontefici. Prega affinchè la loro mente e il loro cuore possa trovare luce nella Verità, e tu procurati in ogni modo di fugare quanto è stato messo in dubbio.

In breve

Chi annuncia per dare gloria al Signore si preoccupa di custodire intatto l’insegnamento del Vangelo e la tradizione ininterrotta della Chiesa, ed evita di dar gloria a sè, alle proprie teorie e ai suoi modi di fare.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2021