don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 12 Gennaio 2021

56

“Insegnava loro come uno che ha autorità”

Gesù non insegnava come gli scribi. Durante gli anni scolastici certamente c’erano professori che con passione sapevano trasmettere il loro insegnamento e altri che invece si faceva fatica a seguire. E non solo per la difficoltà della materia, ma perchè non riuscivano a creare interesse per il loro insegnamento, probabilmente perchè mancava il riferimento alla vita. L’autorità dell’insegnamento di Gesù credo che gli provenisse proprio da questo. Sapeva coniugare fede e vita, quotidianità ed eternità, regno di Dio e storia dell’uomo.

Chi lo ascoltava non poteva restare indifferente. Sentiva la verità delle sue parole e la passione che trasmetteva in quell’insegnamento. Annunciare il Regno di Dio era la sua vita. Vivere per quel Regno è stato il suo scopo. Forse l’insegnamento degli scribi era meno autoritario perchè più formale. Più dottrina che vita, più precetti da osservare che finalità e obiettivi da raggiungere. Probabilmente la loro vita era colmata da altre cose e il Regno non era la loro passione principale. Se parli del Regno di Dio ti si accende il cuore e ti si illuminano gli occhi?

In breve

Se vivi con passione per il Regno di Dio, ogni volta che ne parli e agisci per esso, ti si illuminano gli occhi e ti si infiamma il cuore.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto: La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS
e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube