don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 11 Luglio 2020

135

“che cosa ne avremo?”

Pietro fa presente a Gesù che seguirlo ha un costo, vuol dire mettersi un passo indietro a Lui, perdere in un certo senso il primato sulla propria vita e metterla nella sue mani. Di conseguenza tutto quello che la vita può offrire va esaminato alla luce della sua parola. Quando questa chiede di fare delle scelte contrarie alle proprie aspirazioni interiori allora sorge un conflitto, e ci si chiede fino a che punto rimanere fedeli al cammino proposto da Gesù.

La prima domanda è proprio quella che fa Pietro: “cosa ne avremo in cambio dall’averti seguito?” È solo il fine che può sostenere l’impegno quotidiano nella sequela. Quando si perde di vista la speranza nella vita eterna tutte le cose si avvertono più necessarie, indispensabili e desiderabili. È proprio per mezzo della fede nella vita eterna che è possibile guardare con distacco alle relazioni che si vivono e ai beni che si possiedono, riuscendo a trovare sempre l’equilibrio nel momento in cui queste vengono a mancare.

In breve

Prova a chiederti quale guadagno mi offre trattenere o lasciare questa situazione in relazione alla vita eterna?


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli