don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2021

28

“Dal fianco subito ne uscì sangue e acqua”

Tante volte il nostro cuore è una trama intricata di passioni e desideri che mal si conciliano con i nostri doveri. Cosa c’è nel nostro cuore a volte facciamo noi stessi fatica a comprenderlo, a ordinarlo e a controllarlo. La festa del Sacro cuore di Gesù ci invita a meditare sulla purezza del suo cuore. In esso l’amore perfetto al Padre, permetteva di equilibrare anche gli affetti e le amicizie umane di Gesù, e disciplinava ogni altra bramosia di ricchezze, di potere, e ogni tipo di desiderio.

Già dal momento delle tentazioni nel deserto emerge come il proposito di Gesù di essere fedele alla volontà del Padre, lo sostenga nel rinunciare ad ogni altra attrattiva. Se vuoi far entrare la pace nel tuo cuore e mettere ordine nel groviglio dei tuoi desideri, allora devi mettere nel tuo cuore l’amore di Dio al primo posto. È solo cominciando a dargli il debito valore e a sforzarti di rimanere nel Suo disegno, che ogni altro interesse troverà la giusta collocazione.

In breve

Se nel tuo cuore custodisci come priorità l’amore per Dio, ogni altra attrazione, bramosia e desiderio, troverà la giusta e legittima collocazione.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2021 – Gv 19, 31-37
Articolo successivodon Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2021