don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 1 Ottobre 2021

82

“Chi ascolta voi ascolta me”

È più consolante per noi quando Gesù afferma che “chi ci disprezza, disprezza anche lui”. Invece, è molto più impegnativo quando Lui ci affida la grande responsabilità di parlare in suo nome. “Chi ascolta voi, ascolta Me”. Dovremmo chiederci: Cosa dico a chi mi ascolta? Ascolta davvero le parole di Gesù? Sente davvero parlare Gesù al mio posto? E non per sterile ripetizione, ma perchè le sue parole sono penetrate nel nostro spirito e nelle nostre scelte.

La nostra comunione con il Signore infatti si misura dal modo con cui la nostra vita rispecchia la Parola di Dio. La conoscenza della parola di Dio è pertanto imprescindibile. Chi ti ascolta può ascoltare Gesù se davvero in te c’è lo sforzo continuo di essere in comunione con Lui e non se sai ripetere perfettamente le parole del Vangelo.

In breve

La parola umana ha una dignità così grande che, attraverso le tue parole, puoi dare agli altri la possibilità di ascoltare Gesù stesso.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 1 Ottobre 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 1 Ottobre 2021