don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 1 Maggio 2022

74

- Pubblicità -

“Simone, mi ami?”

Gesù chiede a Pietro per tre volte se lo ama ed egli ne rimane addolorato. Ma dopo aver dato la sua risposta, Gesù conclude: “seguimi!”. La sequela di Gesù è un cammino di conoscenza di Dio, ma anche di conoscenza di sè. È un cammino in quanto mentre conosci sempre di più Dio e il suo amore per te, capisci pian piano anche i tuoi limiti e le tue resistenze nel corrispondere a questo amore divino. Per questo Gesù chiede a Pietro se lo ama, prima di seguirlo.

Il cammino di sequela non può andare avanti senza l’amore. Quando fai esperienza che sei incapace di restare fedele a Dio, solo se conservi l’amore per Lui puoi andare avanti, altrimenti rischi di fermarti, scoraggiato dalle tue inadempienze, dai difetti che ti accompagnano strutturalmente. Inizi a pensare di non essere più adeguato a Dio, ad essere in cammino con Lui, o che Lui esiga troppo. Solo l’amore ti aiuta a superare la vergogna e le difficoltà esistenti.

In breve

Se conservi l’amore allora anche le difficoltà del cammino insieme con Dio e con gli altri riesci a guardarle con il coraggio di chi vuol fare ancora un passo avanti.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 1 Maggio 2022
Articolo successivoCommento al Vangelo dal foglietto “La Domenica” del 1 Maggio 2022