don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 1 Giugno 2021

114

“Insegni la via di Dio secondo verità”

Quanto i farisei affermano di Gesù si presenta come un complimento, ma in realtà nasconde un secondo fine. Infatti piuttosto che ammirare Gesù vogliono metterlo alla prova e portarlo ad esprimersi su temi sensibili, a sbilanciarsi per prendere la parte dei romani o dei giudei. Le lusinghe iniziali servivano solo per attirare più facilmente Gesù nel discorso, spostando ad un secondo momento l’oggetto centrale della conversazione.

Quando ti trovi in situazioni in cui il discorso ti porta a doverti schierare come giudice su una situazione, evita di farlo se non ne hai il ruolo e il compito. Rimani sempre in una posizione di equilibrio, per evitare di creare una spaccatura più netta e più grande in un gruppo o in una comunità. Solo così potrai giocare il ruolo del mediatore. Sottolinea sempre ciò che c’è di giusto in ambo le parti e poni attenzione a non far passare mai il discorso su quanto è avvenuto, ad un giudizio sulle persone.

In breve

Nel parlare evita di prendere le parti di uno o dell’altro se non ne hai il ruolo o il compito. Indica piuttosto ciò che c’è di vero in ognuna delle parti e non passare dal giudizio sugli eventi al giudizio sulle persone.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteSuor Maria Rosa Venturelli – Commento al Vangelo del 1 Giugno 2021
Articolo successivodon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 1 Giugno 2021