don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 1 Dicembre 2021

103

“Non voglio rimandarli digiuni”

Gesù guarda con attenzione le esigenze di tutti, anche quelle non espresse, e in particolar modo le esigenze degli ultimi. Comprende anche quello di cui potremmo avere necessità per il futuro e così, per sopperire alle nostre necessità, incomincia a manifestare ad alcuni il suo progetto. Tutti quanti pertanto, nel rispondere alla chiamata e al progetto di Dio, ci ritroviamo ad aiutare altri secondo finalità che lui solo conosce nel profondo. Ecco perché quando Dio propone qualcosa sembra sempre al di sopra delle nostre forze, qualcosa di difficile e arduo da cui noi vorremmo umanamente tenerci da parte.

Quando ti viene richiesto qualcosa al di sopra delle tue capacità e dei tuoi tempi programmati, non escluderla a priori solo perchè ti crea delle difficoltà. Lascia che il Signore ti dimostri come insieme con Lui puoi andare molto più lontano di quello di cui sei capace, ed aiutare molte più persone di quelle che aiuteresti con le tue sole forze e capacità. Se l’appello che il Signore ti rivolge scombina i tuoi piani, non defilarti a priori. Accogli la sfida di Dio e mettiti in gioco con tutte le tue forze. Ne ricaverai del bene anche per te stesso.

In breve

Se l’appello che il Signore ti rivolge scombina i tuoi piani, non defilarti a priori. Mettiti in gioco con tutte le tue forze e ne ricaverai del bene anche per te stesso.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentela Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 1 Dicembre 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 1 Dicembre 2021