don Umberto Guerriero – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2021

176

Di solito tutti vanno in cerca dell’offerta più conveniente. C’è chi compra e c’è chi vende; ciascuno spera nell’affare del secolo, ognuno vuole a tutti i costi massimizzare il suo profitto. 

Il gioco tra domanda e offerta, si sa, è piuttosto complesso. Se la prima eccede la seconda, il costo della merce è destinato ad aumentare sensibilmente. Più un prodotto è raro e più il suo prezzo sale alle stelle. Addirittura, se si tratta di qualcosa considerato introvabile il suo valore diventa inestimabile; ciò che è unico non ha prezzo, quello a cui non si può rinunciare non può neanche essere venduto. 

Quando, invece, l’offerta supera la domanda accade l’esatto contrario. Se si vuole vendere a tutti i costi qualcosa, il suo prezzo deve scendere pur di attirare nuovi compratori. Altrimenti si rischia che l’asta rimanga deserta e non si trovino acquirenti. 

E se abbiamo deciso di volerci sbarazzare di qualcosa, di voler vendere a tutti i costi, saremo pronti a dar via la merce a qualsiasi prezzo, lasceremo che siano gli acquirenti a stabilire la cifra. 

Accade proprio così a Giuda. Ha qualcosa, anzi qualcuno, da offrire. Si reca da coloro che potrebbero essere interessati all’acquisto. Ma per lui Gesù ormai è solo qualcuno di cui sbarazzarsi velocemente: «Quanto volete darmi perché io ve lo consegni?». Decidete voi; per me ha perso ogni importanza, non mi serve più! 

Com’è triste accorgersi che nella nostra vita anche le persone hanno valore solo fin quando sono funzionali ai nostri bisogni, o finché non troviamo qualcosa di meglio. 

L’Amore invece non conosce le logiche del commercio, non cerca il proprio interesse e sa che l’amato è sempre un “pezzo unico”, dal valore inestime. Chi ama davvero non vende mai, neanche a fronte di offerte estremamente vantaggiose. L’asta è chiusa! 

Non si può entrare in un negozio
e poi lamentarsi che tutto abbia un prezzo. 
Se la vita è un’asta sempre aperta
anche i pensieri saranno in offerta. 
IL NEGOZIO DI ANTIQUARIATO – NICCOLÒ FABI


AUTORE: don Umberto Guerriero
FONTE: #Vangeloasquarciagola (canale Telegram) – Sito

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2021
Articolo successivodon Manuel Belli – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2021